Aspertini Amico


Notizie sulla vita Opere principali Pietà e Santi Affreschi della Rocca Isolani Madonna col Bambino in gloria e quattro santi Pala del Tirocinio Pala di San Martino Maggiore


torna indietro: Artisti

Opere principali

Storia dell'arte  >  Artisti

Amico Aspertini viaggia continuamente e lavora in diverse città d'Italia, ma gran parte delle sue opere ancora oggi conservate si trovano a Bologna, sua città natale.
Tra le opere giovanili si può ricordare il Presepe di Berlino, appartenente al suo primo soggiorno romano, nei primissimi del '500 e alcuni ritratti, realizzati intorno al 1504.
Tra i più importanti lavori da lui eseguiti a Bologna, i cicli di affreschi dipinti nel 1505-06 sulle pareti dell'Oratorio di Santa Cecilia, vicino alla Chiesa di San Giacomo Maggiore. Sono stati richiesti da Giovanni II Bentivoglio, ed illustrano le storie della Vita di Santa Cecilia e il Martirio dei Santi Valeriano e Tiburzio.
Appartiene, probabilente allo stesso periodo la Pala del Tirocinio, conservata alla Pinacoteca di Bologna.
Importante capolavoro è la serie di affreschi nella Cappella di Sant'Agostino nella chiesa di San Frediano a Lucca.
Tra le opere su tavola lignea, la drammatica Pietà di San Petronio a Bologna, del 1524 e la Pala della Chiesa di San Martino di Bologna, del 1515-18: una Madonna col Bambino e Santi.
L'Adorazione dei pastori, ora conservata  Firenze, agli Uffizi, risalente al 1524-25 rappresenta un tema scelto dall'artista in altre versioni e riproposto anche nelle miniature. Numerose le sue sacre conversazioni e Madonne col Bambino.
Appartengono alla maturità del pittore gli affreschi nella Rocca Isolani di Minerbio, di soggetto mitologico, dipinti negli anni '30 del XVI secolo.
Alle opere pittoriche vanno aggiunte le sculture, come i rilievi e le statue eseguite per la facciata di San Petronio a Bologna, e le raffinatissime miniature e i lavori di decorazione.

A. Cocchi


Biliografia e sitografia

W. Bergamini Scultura emiliana: vitalità primitiva e incontro di esperienze, in: AA.VV. Arte in Emilia Romagna. Electa editrice, Milano 1985
C.C. Malvasia. Le pitture di Bologna. Edizioni Alfa, Bologna, 1969
A. Ottani Cavina, Lezioni di Storia delle Arti, Università di Bologna, 1984
G. Silvestri Amico Aspertini, pittore di traverso. Anticlassico nella Bologna del '500. in: www.Repubblica.it
C. Tarozzi Amico Aspertini, un eccentrico classicista bolognese, in: www.faronotizie.it
C. Volpe. La pittura nell'Emilia e nella Romagna. Raccolta di scritti del Cinque, Sei e Settecento. Artioli editore, Modena 1994
C. Volpe Vicende pittoriche dal Gotico al Manierismo, in: AA.VV. Arte in Emilia Romagna. Electa editrice, Milano 1985
La Nuova Enciclopedia dell'Arte Garzanti, 1986

 

 

Approfondimenti:Aspertini, Madonna, presepe, sacra conversazione, ritratto, santi, artisti'500, miniatura, anticlassicismo, fantasia, pittura rinascimento, Alessandra Cocchi, .

Stile:Cinquecento.

Per saperne di più sulla città di: Bologna

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


A. Aspertini. Fatti della vita di San Petronio. Affresco. Bologna, San Petronio



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK