Arnolfo di Cambio


Lo stile di Arnolfo La Fontana degli assetati Monumento del cardinale de Braye Monumento Annibaldi


torna indietro: Artisti

Monumento Annibaldi

Storia dell'arte  >  Artisti

Realizzato intorno al 1276 da Arnolfo di Cambio, il Monumento Annibaldi si trova oggi, in stato frammentario, nel chiostro della chiesa di San Giovanni in Laterano a Roma. E' una delle prime opere sicuramente eseguite da Arnolfo.
Alcuni anni dopo aver terminato il Ciborio di San Paolo, Arnolfo viene incaricato di realizzare la tomba di Riccardo Annibaldi, notaio apostolico morto nel 1276, da sistemare nella basilica di San Giovanni in Laterano. L'altissima qualità del lavoro e gli elementi stilistici hanno permesso un concorde riconoscimento dell'opera alla mano di Arnolfo, mentre è ancora dibattuta la questione dell'aspetto complessivo del monumento.
Della composizione originaria oggi rimangono soltanto alcuni pezzi, trasportati nel chiostro della basilica lateranense. Rimangono: la figura di Riccardo Annibaldi giacente, due frammenti della lastra con il corteo funebre dei chierici, alcuni frammenti di decorazione architettonica e l'epigrafe con il nome del defunto.

La statua giacente di Riccardo Annibaldi ha la testa leggermente girata a sinistra e appoggiata su due guanciali, rivolta verso l'osservatore. E' probabile l'intervento del maestro soprattutto sul viso del defunto.

Uno dei pezzi più belli e integri del complesso scultoreo è la Processione dei chierici, dove vengono rappresentati alcuni fedeli che si accingono alla messa. E' una composizione di grande chiarezza ed essenzialità in cui si coglie la ricerca di equilibrio ed evidenza formale.
I personaggi si dispongono in atteggiamenti contenuti e solenni, le espressioni e i gesti sono forti e decisi, ma composti, senza enfasi. Il gruppo del sacerdote con il chierichetto che sostiene il Vangelo con la testa sorprende per la spontaneità espressiva e l'attenzione verso la realtà: Arnolfo ha descritto questo episodio mostrando efficacemente anche la gestualità delle mani dei personaggi, impegnate a sostenere il pesante volume e le dita del sacerdote inserite tra le pagine. 
 In uno spazio ben definito le figure spiccano isolate, evidenziate dalla loro forte massa plastica sul fondo a mosaico. Sono scolpite con forme ampie, un modellato sintetico intervallato da tagli netti e profondi e con superfici finemente lavorate.
Il fregio con corteo funebre di religiosi è un tipo di iconografia che si riscontra in alcuni monumenti funerari in Francia e in Spagna, mentre in Italia rappresenta una novità. Secondo alcuni studiosi, visto che i piedi delle figure non sono stati realizzati, probabilmente la parte inferiore delle figure non doveva essere visibile e il fregio doveva trovarsi dietro la figura del defunto.

Per il mosaico del fondo Arnolfo si avvale dell'intervento dei Cosmati, una maestranza di artisti molto attiva nella Roma del '200. I Cosmati realizzavano una tecnica che ha avuto particolare successo. Si tratta di un mosaico costituito da frammenti di marmo o pietre, ricavati dalle macerie delle rovine antiche e riutilizzati per decorare pavimenti, altari, cibori, o altri elementi delle chiese romane. Si tratta di eleganti composizioni astratte con colori vivaci e forme geometriche variamente combinate. gli esempi più pregiati sono opera della scuola dei "Cosmati", nome che deriva da Cosma, il celebre artista che ha inventato quest'arte. Arnolfo chiamerà acora i Cosmati per le decorazioni dei suoi monumenti funebri e cibori.

A. Cocchi


 

Bibliografia

A. Tomei. Arnolfo di Cambio. Dossier Art. Giunti, Firenze 2006
A. Martindale, Arte gotica. Rusconi, Milano 1990
La Nuova Enciclopedia dell'Arte. Garzanti 1986
F. Negri Arnoldi. Storia dell'Arte. Vol. I. Gruppo editoriale Fabbri. Milano 1985
G.C. Argan. Storia dell'arte italiana. Vol. 1. Sansoni Editore, Milano 1982

 

Approfondimenti:Arnolfo di Cambio, scultura, tomba, pietra, marmo, Alessandra Cocchi, .

Stile:Gotico.

Per saperne di più sulla città di: Roma

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Arnolfo di Cambio. Monumento Annibaldi. Part. della testa del giacente. 1276. Marmo. Roma, Chistro di San Giovanni in Laterano.


Arnolfo di Cambio. Monumento Annibaldi. 1276. Marmo. Roma, Chistro di San Giovanni in Laterano.


Arnolfo di Cambio. Monumento Annibaldi. 1276. Marmo. Processione dei chierici. Roma, Chistro di San Giovanni in Laterano.


Arnolfo di Cambio. Monumento Annibaldi. Dett. della Processione dei chierici. 1276. Marmo. Roma, Chistro di San Giovanni in Laterano.


Arnolfo di Cambio. Monumento Annibaldi. Dett. della Statua del giacente. 1276. Marmo. Roma, Chistro di San Giovanni in Laterano.



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK