Arte bizantina a Ravenna


Ravenna in età bizantina Architettura bizantina a Ravenna Basilica di San Vitale. Architettura Basilica di San Vitale. I mosaici Battistero degli Ortodossi. Architettura Battistero degli Ortodossi. Decorazione Le opere di Galla Placidia a Ravenna Le opere di Teodorico a Ravenna Lunetta del Buon Pastore Mausoleo di Galla Placidia. Architettura Mausoleo di Galla Placidia. I mosaici Mausoleo di Teodorico Palazzo di Teodorico Sant'Apollinare Nuovo. Architettura Sant'Apollinare Nuovo. I mosaici


Opere di questo stile

torna indietro: Stili

Mausoleo di Teodorico

Storia dell'arte  >  Stili

Mausoleo di Teodorico

E' del VI secolo, Risale a poco prima del 526 (anno della morte di Teodorico). Per la sua imponenza e lo schema centrale, l'opera manifesta una continuità culturale con l'architettura imperiale romana. Anche la scelta del materiale di costruzione: la pietra d'Istria (anzichè il laterizio solitamente utilizzato a Ravenna), tagliata in grandi blocchi fa parte a questa politica d'immagine.

Esterno

E' costruito con grandi blocchi di pietra d'Istria, a pianta centrale e coronato da una cupola monolitica di pietra d'Istria di 10,76 m. di diametro scolpita con 12 modiglioni su cui si trovano i nomi degli apostoli. Il suo sollevamento ha comportato parecchi problemi tecnici, risolti con un ingegnoso sistema di piani inclinati e corpi ruotanti.
Si sviluppa su due ordini: quello inferiore è decagonale e impostato su 10 archi a tutto sesto e nicchie. L'ordine superiore è cilindrico, più stretto e dotato di terrazza perimetrale, o deambulatorio esterno. Le  decorazioni sulle pareti con incassature rettangolari, portano fregi con motivo "a tenaglia". Si tratta di un ornamento appartenente al gusto cosiddetto "barbarico", utilizzato soprattutto nell'oreficeria gotica.


Interno

Nel piano inferiore, la porta conduce in un vano a croce, la cui funzione è incerta. In genere viene considerato la camera sepolcrale e probabilmente doveva custodire i sarcofagi di Teodorico e della sua famiglia.

Mediante una scala di età moderna, si giunge al piano superiore, si entra in un vano circolare, con una sola nicchia ad arco, provvista di croce. Qui è collocata la vasca di porfido che doveva contenere il corpo di Teodorico. E' decorata con due finti anelli sul fianco e una protome leonina in basso.

Alcuni anni dopo, quando gli edifici vennero consacrati al culto cattolico, la sepoltura è stata depredata.

A. Cocchi

---------------------------------------
Bibliografia e sitografia

N. Pevsner Storia dell’architettura europea. Il Saggiatore, Milano 1984
G. Bustacchini Ravenna. I mosaici, i monumenti, l'ambiente. Edizioni Italcards, Bologna 1984
La Nuova Enciclopedia dell’arte Garzanti, Giunti, Firenze 1986
G. Cricco, F. Di Teodoro, Itinerario nell’arte, vol. 2, Zanichelli Bologna 2004
AA.VV. Moduli di Arte. Dal Rinascimento maturo al rococò. Electa Bruno Mondadori, Roma 2000
G. Dorfles, S. Buganza, J. Stoppa Storia dell'arte. Vol II Dal Quattrocento al Settecento. Istituto Italiano Edizioni Atlas, Bergamo 2008
E. Bernini, R. Rota, Uno sguardo sull'arte. Vol. 1 Dalla preistoria al Trecento. Editori Laterza, Bari 2008
G. Dorfles, M.Ragazzi, C. Maggioni, M.G. Recanati, Storia dell'arte. Vol 1 Dalle origini al Trecento. Istituto Italiano Edizioni Atlas, Orio al Serio 2008

 

Approfondimenti:Alessandra Cocchi, Ravenna, Teodorico, tomba, Romagna, architettura.

Stile:Arte bizantina a Ravenna.

Per saperne di più sulla città di: Ravenna

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Mausoleo di Teodorico a Ravenna. Esterno


Mausoleo di Teodorico a Ravenna. Part. della calotta


Mausoleo di Teodorico a Ravenna. Part. della decorazione a tenaglia


Mausoleo di Teodorico a Ravenna. Sarcofago in porfido



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK