Arte greca


Periodo di Formazione dell'arte greca Arte Protogeometrica greca Centauro di Lefkandì Ceramica protogeometrica Architettura protogeometrica L'architettura funeraria protogeometrica Le abitazioni protogeometriche Le tombe protogeometriche Sito di Lefkandì Heròon di Lefkandì Arte del periodo geometrico Primo Stile Geometrico Medio Stile Geometrico Tardo Stile Geometrico Cavallino votivo di Berlino Ceramica Geometrica greca Gli idoli-campana Il grande Cratere del Metropolitan Il tempio nel Periodo Geometrico La Bottega del Dipylon L'anfora 804 dal Dipylon Scultura geometrica greca Tripodi e lebeti del periodo geometrico Urbanistica nel periodo geometrico L'esempio urbanistico di Emporios L'esempio urbanistico di Megara Iblea L'esempio urbanistico di Smirne Periodo orientalizzante Periodo orientalizzante: i centri artistici Architettura del periodo orientalizzante Scultura orientalizzante e dedalica Kore di Nikandre Periodo dedalico Periodo arcaico greco Statuaria arcaica Il kuros La kore Ornamentazione plastica arcaica Sfinge dei Nassi Hera di Samo Kléobis e Biton di Polymedes Moscophoros


Opere di questo stile

torna indietro: Stili

L'architettura funeraria protogeometrica

Storia dell'arte  >  Stili

L'architettura funeraria protogeometrica non è ancora conosciuta in pieno poichè gli scavi archeologici che hanno potuto riportare alla luce gli strati corrispondenti al periodo compreso tra il 150 e il 900 a. C. sono ancora pochi e molto recenti. Tuttavia, dalle testimonianze finora ritrovate, risulta che nel Protogeometrico esistevano non solo tipi diversi di tombe, ma anche che potevano convivere pratiche funerarie opposte come la cremazione e l'inumazione. I corpi degli uomini di solito erano sottoposti a cremazione, mentre i cadaveri delle donne e dei bambini venivano inumati. In alcuni casi venivano inumati anche i cavalli, animali che gli antichi Greci amavano particolarmente, soprattutto per il ruolo che questi svolgevano in guerra. 

L'appartenenza alle diverse classi sociali veniva espressa anche dalle tombe: le dimensioni, la presenza di rivestimenti  interni, i corredi funerari erano chiari segnali di distinzione. 
Ma le tombe nel Protogeometrico si distinguono anche nelle tipologie costruttive. Sono state ritrovate sia tombe a fossa, sia tombe a loculo, scavate nella roccia, come quelle ritrovate nelle necropoli di Palià Perivolia e di Toumba.

Una tipologia a parte dell'architettura protogeometrica è rappresentata dalle sepolture principesche dedicate all'antichissimo culto degli eroi, secondo il quale i sovrani venivano divinizzati. Si tratta dell'heròon, un edificio con funzione di tempio e mausoleo, una grande costruzione in memoria di un eroe defunto.  In questo caso le tombe facevano parte del santuario: complessi di costruzioni che caratterizzavano un'area sacra. Un esempio è rappresentato dalle due sepolture ritrovate con tutto il loro corredo funebre all'interno dell'Heròon di Lefkandì.

 

Approfondimenti:Alessandra Cocchi, architettura, tomba, necropoli, civiltà, archeologia, .

Stile:Arte greca.

Per saperne di più sulla città di: Grecia

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK