Arte greca


Periodo di Formazione dell'arte greca Arte Protogeometrica greca Centauro di Lefkandì Ceramica protogeometrica Architettura protogeometrica L'architettura funeraria protogeometrica Le abitazioni protogeometriche Le tombe protogeometriche Sito di Lefkandì Heròon di Lefkandì Arte del periodo geometrico Primo Stile Geometrico Medio Stile Geometrico Tardo Stile Geometrico Cavallino votivo di Berlino Ceramica Geometrica greca Gli idoli-campana Il grande Cratere del Metropolitan Il tempio nel Periodo Geometrico La Bottega del Dipylon L'anfora 804 dal Dipylon Scultura geometrica greca Tripodi e lebeti del periodo geometrico Urbanistica nel periodo geometrico L'esempio urbanistico di Emporios L'esempio urbanistico di Megara Iblea L'esempio urbanistico di Smirne Periodo orientalizzante Periodo orientalizzante: i centri artistici Architettura del periodo orientalizzante Scultura orientalizzante e dedalica Kore di Nikandre Periodo dedalico Periodo arcaico greco Statuaria arcaica Il kuros La kore Ornamentazione plastica arcaica Sfinge dei Nassi Hera di Samo Kléobis e Biton di Polymedes Moscophoros


Opere di questo stile

torna indietro: Stili

Le tombe protogeometriche

Storia dell'arte  >  Stili

L'architettura funeraria protogeometrica non è ancora conosciuta in pieno poichè gli scavi archeologici che hanno potuto riportare alla luce gli strati corrispondenti al periodo compreso tra il 1050 e il 900 a. C. sono ancora pochi e molto recenti.  Tuttavia, dalle testimonianze finora ritrovate, risulta che nel protogeometrico esistevano non solo tipi diversi di tombe, ma anche che potevano convivere pratiche funerarie differenti come la cremazione e l'inumazione. I corpi degli uomini di solito erano sottoposti a cremazione, mentre i cadaveri delle donne e dei bambini venivano inumati. Venivano inoltre sepolti spesso anche animali, soprattutto cani e cavalli.

Nelle tombe ad incinerazione i resti del defunto venivano raccolti in un'anfora chiusa da una coppa o da un bicchiere a mo' di coperchio.

Nelle tombe ad inumazione il cadavere, avvolto in genere in un telo, veniva deposto direttamente nel sepolcro.

Tutte le sepolture presentano comunque un corredo funebre, dal più modesto, composto da qualche ceramica e strumenti d'uso quotidiano, ai più ricchi con armi, gioielli oggetti preziosi.

 

In base ai ritrovamenti finora avvenuti, esistono diversi tipi di tomba protogeometrica:

 A. Cocchi


Bibliografia:

AA.VV. La Storia dell'Arte. Le prime civiltà. Electa editore. Milano, 2006
G. Cricco, F.P. Di Teodoro Itinerari nell'arte. Vol. I. Zanichelli editore, Bologna 2003
E. Bernini, R. Rota Eikon. Guida alla storia dell'arte. Vol.I. Editori Laterza, Bari, 2005
F. Negri Arnoldi Storia dell'arte vol I. Gruppo editoriale Fabbri, Milano 1985
P. Adorno, A. Mastrangelo Arte. Correnti e artisti. Vol. I. Casa editrice G. D'Anna, Firenze 1994
N. Frapiccini, N. Giustozzi. La geografia dell'arte. Vol.1 Hoepli editore, Milano 2004
L. Calò, L'archeologia delle pratiche funeraie. Mondo Egeo. in: Il mondo dell'Archeologia. Treccani.it L'enciclopedia italiana
R. Felsch, Kalapodi, in : Enciclopedia dell'Arte Antica Treccani.
M. R. Poopham, Lefkandi. in: Enciclopedia dell'arte Antica Treccani.
G. Gruben. Il tempio,  in: Storia dell'arte Einaudi.
F. Caruso. Sul Centauro di Lefkandi. Atti del convegno To Aigaio sten Proïme Epoche tou Siderou. Praktika tou Diethnous Symposiou, Rhodos, 1-4 Noembriou 2002. Editore  Panepistimio Kritis (Univeristà di Creta), Atene (GRC) a cura dell'Istituto per i Beni Archeologi e Monumentali (IBAM) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Catania.

 

Approfondimenti:Alessandra Cocchi, tomba, necropoli, archeologia, civiltà.

Stile:Arte greca.

Per saperne di più sulla città di: Grecia,

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK