Mesolitico



Opere di questo stile

torna indietro: Stili

Mesolitico

Storia dell'arte.  >  Stili

Arte del Mesolitico

Costruzioni mesolitiche

Mappe concettuali

Bibliografia

 

In Europa Il Mesolitico è compreso tra il 10.000 al 6.000 ca. a. C., mentre in altre aree geografiche, come ad esempio nell'area mesopotamica questa fase intermedia è più breve e nel XI-VIII millennio a. C. e si entra già nel Neolitico.

Il Mesolitico tra le età della preistorica è anche quella in cui le testimonianze storiche sono più difficili da trovare e i reperti sono più rari. Tuttavia tracce di presenza umana sono state ritrovate anche in Italia.

 



Tomba detta nonna di Mezzocorona. Metà del VII millennio a. C. Borgonuovo (TN).

 

In Europa le condizioni climatiche e ambientali del Mesolitico sono simili a quelle di adesso. Gli uomini passano gradualmente dalle attività di caccia e raccolta a quella dell'allevamento.Inizialmente sono nomadi, si spostano secondo le stagioni; poi imparano a coltivare la terra, e cominciano a insediarsi presso i corsi d'acqua.

 

 

Scultura mesolitica in pietra. VIII millennio a. C. proveniente dallo stanziamento di Lepenski Vir, Serbia.



Le grotte ormai vengono abbandonate, vengono costruiti rifugi ipogeitrincee, camere seminterratecapanne e palafitte. La lavorazione della pietra e dell'osso progredisce, sono stati ritrovati: vasi in pietra, attrezzi agricoli e per la lavorazione delle pelli risalenti al Mesolitico.
Come produzione artistica, oltre alla scultura ci sono alcuni esempi di pittura, più rare in Europa e molto numerose nell'area desertica dell'Africa settentrionale.

A. Cocchi

 


 

Costruzioni mesolitiche

 

Durante il Mesolitico l'uomo comincia ad allevare animali e comincia a stabilizzarsi, dapprima per brevi periodi, poi per periodi sempre più lunghi, finchè all'allevamento si aggiunge anche l'agricoltura.
Inizialmente gli uomini del Mesolitico costruiscono delle caverne artificiali: scavate sul fianco di una collina o rifugi a forma di  trincee  o a camere seminterrate

Le trincee sono una specie di fosse scavate nel terreno, di forma solitamente rettangolare. Come soffitto usavano degli intrecci di rami che potevano essere aperti e richiusi come delle botole, per consentire l'accesso. Per scendere usavano delle scale a pioli costruite con rami e legate con funi fatte di fibre vegetali.

 

Fossato di Murgia Timone

 

In seguito, nel Neolitico i fossati vennero scavati attorno ai villaggi con funzione difensiva.

 

Le camere seminterrate erano scavate parzialmente in profondità nel terreno e in parte fuoriuscivano con una specie di capannina. Avevano una copertura simile a quelle delle trincee, ma fissa, ed erano dotate dotate di porte e finestre per far entrare la luce. Per preservarle dall'umidità e dall'asperità del terreno, venivano tutte rivestite con corteccie e ricoperte con frasche, rami, pelli. 
Nelle zone più calde venivano costruite le camere ipogee (ipo=sotto; geo=terra), perchè consentivano di stare più freschi.
In seguito, le prime comunità umane scelsero luoghi pianeggianti e vicino a fiumi, fonti o corsi d'acqua.

 

Ricostruzione di capanna circolare preistorica.

 

Nei luoghi e periodi di clima moderato gli uomini abitavano in capanne circolari fatte di pelli,  fronde, canne, rami, legati insieme a forma di cono (simili a quelle degli Indiani d'America) e rivestite con fango per renderle impermeabili.

A. Cocchi

 


 

Mappe concettuali

 

Arte della Preistoria

Principali prodotti artistici, esempi e tecniche dei diversi periodi.
Autore: A. Cocchi

Prezzo: euro 4,50

Puoi acquistare la mappa utilizzando il pulsante qui sotto.

IMPORTANTE!!! Prima di scaricare la mappa clicca qui!!!!  

 

 

Per vedere tutte le Mappe concettuali disponibili Clicca qui

  

 


 

Bibliografia

 

G.Cricco, F.P.Di Teodoro Itinerario nell'arte Vol. I Zanichelli, Bologna 1996
R. Bossaglia Storia dell'arte Vol. I, Principato editore, Milano, 2003
P. Graziosi L'arte preistorica in Italia, Sansoni editore, Firenze 1973
B. Zevi Controstoria dell'architettura in Italia. Paesaggi e città.Tascabili Newton, Roma 1995
Enciclopedia Universo Istituto Geografico De Agostini, Novara 1975 vol IX voce: Preistoria
S. Bersi, P. Bersi, C. Ricci Educazione artistica Zanichelli editore, Bologna 1992
F. Negri Arnoldi Storia dell'arte Gruppo editoriale Fabbri, vol. I
F. Negri Arnoldi Guida alla Storia dell'arte Sansoni editore, Milano 2004 vol. I
R. Gianadda Alle origini dell'arte. Preistoria e storia. in: AAVV. la Storia dell'Arte. Vol 1 Le prime civiltà. Mondadori Electa. Gruppo editoriale l'Espresso, Milano 2006
G. Dorfles, M. Ragazzi, C. Maggioni, M: G: Recanati. Storia dell'arte. Dalle origini al Trecento. Vol I. Istituto Italiano Edizioni Atlas, Bergamo 2007
AA.VV. Le più antiche tracce dell'uomo nel territorio  forlivese e faentino.Comune di Forlì 1987

 

 


  

 Informazioni importanti per scaricare le mappe concettuali

 

Seguire con attenzione la semplice procedura di pagamento del sistema pay-pal e al termine cliccare il pulsante "torna sul sito del venditore" che vedi nella foto qui sotto:

Appena viene schiacchiato questo pulsante al termine della prodcedura di Pay-pal non verrà inviata una mail ma apparirà sul monitor il file scelto in formato pdf e potrà essere scaricato direttamente

 

 torna alle mappe concettuali

 

 

 

Approfondimenti:arte del Mesolitico, architettura, archeologia, Paleolitico, Neolitico, Alessandra Cocchi, mappe concettuali, storia dell'arte, .

Stile:Mesolitico, Arte della Preistoria, Arte della Preistoria.

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Scena rituale. Mesolitico. Graffito rupestre. Palermo, Grotta dell'Addaura di Monte Pellegrino.



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK