Arte bizantina


Chiesa di Santa Sofia a Istanbul Santa Sofia: storia e vicende costruttive Santa Sofia: struttura e decorazioni


Opere di questo stile

torna indietro: Stili

Arte bizantina

Storia dell'arte  >  Stili

 Arte Bizantina

 Mappe concettuali

Video su questo argomento

Approfondimenti e argomenti correlati

 

Nel 330 con l'Imperatore Costantino l'antica Bisanzio divenne la nuova capitale dell'Impero con il nome di Costantinopoli, anche se gli imperatori non vi risiedettero in maniera stabile fino alla fine del IV secolo. La scelta di Costantinopoli come capitale è dovuto soprattutto al prestigio indiscusso della città, punto di cerniera tra Oriente europeo e Oriente asiatico, centro commerciale e culturale di grande importanza e punto di riferimento per tutto il Mediterraneo.  Da quel momento l'antica città sul Bosforo inizia la sua trasformazione arricchendosi per oltre due secoli di sontuosi monumenti il cui valore è ricordato dalle fonti antiche.

 


Resti del Colosso di Costantino. Marmo. Roma , Musei Capitolini

 


Con Costantino in pochi anni la nuova capitale rifiorisce e prende forma come la Nea Roma, in un grandioso piano urbanistico e monumentale. Costantino è interessato soprattutto lalla costruzione di edifici e complessi di valore sociale e politico. Al vescovo locale viene conferito un ruolo secondario rispetto al vescovo di Roma. La città comincia a essere rimodellata sul modello della Roma antica, diventa più forte con la difesa di una imponente cinta muraria, si arricchisce di acquedotti, di un foro, nel quale venne eretta la colonna istoriata di Costantino, in porfido. Vengono iniziate la chiesa di Santa Sofia e la chiesa dei Santi Apostoli.

 


Colonna di Costantino nel Foro di Costantinopoli. IV sec. Istambul.

 

 

Purtroppo del grandioso sviluppo urbanistico di Costantino non rimane più nulla., ma il suo pregetto venne portato avanti dopo la sua morte dal suo successore Costanzo II, tra il 337 e il 361. é sotto Costanzo ii che venne consacrata la chiesa di santa Sofia e ultimata la Chiesa dei Santi Apostoli.

Nel centro cittadino sorse un'area istituzionale con i palazzi del senato, gli edifici amministrativi e il Palazzo imperiale, il Boukleion.

 

 
Resti dell'ingresso del Palazzo Imperiale di Costantinopoli. Istambul.

 

Per lo svago venne costruito un Ippodromo, di cui oggi rimangono alcuni resti con la Colonna di Costantino e l'Obelisco di Teodosio.

 


Resti dell'Ippodromo di Costantino. IV sec. Istambul.

 

mentre la vita religiosa era rappresentata da molte chiese. Fra queste la più importante è la cattedrale, dedicata alla Divina Sapienza, in greco Haghìa Sophìa: Santa Sofia.

 

 


Cattedrale di Santa Sofia. 532-537. Istambul. 

 

I successori di Costantino come Teodosio I  e Arcadio proseguirono l'opera di trasformazione della capitale, aggiungendo altri fori, colonne coclidi che ricordavano quelle di Traiano e di Marco Aurelio, e statue onorarie, fino al Monumento equestre di Giustiniano, posto nell'Augustéion, la piazza principale della città.

Fin dalla sua fondazione, a Costantinopoli gli imperatori avevano continuato a spostare la loro sede, mentre dal 395, dopo la suddivisione dell'Impero Romano in Impero d'Occidente e Impero d'Oriente effettuata dai figli di Teodosio, Costantinopoli diventa sede costante degli imperatori, a partire da Arcadio, primo imperatore d'Oriente.

 

 


Obelisco di Teodosio I. Dett. del basamento. Seconda metà del IV sec.Marmo.
Ippodromo di Costantinopoli, Istambul.

 

 

 


Cavalli in bronzo provenenti dal Circo di Costantinopoli. Venezia, San Marco.

 


In seguito alla divisione dell'Impero dopo la morte di Teodosio, nell'Impero d'Oriente si sviluppa un nuovo linguaggio espressivo, originale nelle forme e nei contenuti: l'arte bizantina, che viene però considerata l'espressione ufficiale dell'Impero e la continuazione del linguaggio aulico romano.
Di quei monumenti del IV e V secolo, però rimane ben poco, a causa delle distruzioni dovute ai disordini sociali che si conclusero con la sanguinosa rivolta di Nika del 532, quando i partiti popolari si rivoltarono contro il governo assolutistico di Giustiniano.

 


Dittico Barberini. Ritratto di Giustiniano vincitore sui Persiani.
Avorio. Prima metà VI sec. Parigi, Louvre.


Superati i dissidi interni, nel VI secolo si assiste ad un nuovo e ultimo momento di splendore di Bisanzio diventa la capitale dell'Imperto Bizantino, sotto Giustiniano, vero continuatore di Augusto e degli antichi fasti della Roma imperiale. Egli diede l'avvio ad un ultimo grande programma di rinascita culturale ispirato ai modelli antichi. Era la cosiddetta Rinascenza, una forma di grandiosa propaganda a sostegno della sua politica di riunificazione dell'Impero.
La gran parte dei monumenti e delle opere che ancora oggi possiamo ammirare appartengono all'opera di Giustiniano e dei suoi successori. Bisanzio rimarrà capitale dell'Impero bizantino ancora per molto tempo,  fino al 1453 quando cadrà sotto la conquiista degli Ottomani.

A. Cocchi

 

Bibliografia:

V. Terraroli. Arte 1. Dalla preistoria al gotico. Skira Bompiani editore. Milano 2012

C. Bertelli. La stoeria dell'arte. 1: Dalle origini all'età carolingia. Edizioni Bruno Mondadori Arte. Bessone, Verona, 2010

 

Mappe concettuali

 


Il mosaico bizantino. La tecnica nelle sue fasi, l'organizzazione del lavoro. Materiali e caratteristiche. Realizzata da Geometrie fluide.
Per vedere la mappa ingrandita clicca sull'immagine corrispondente nella colonna a destra.

 

 

 

Argomenti correlati

 

Chiesa di Santa Sofia a Istanbul

Santa Sofia: storia e vicende costruttive

Santa Sofia: struttura e decorazioni

  

 Video

 

Si riportano di seguito cinque interessanti video di approfondimento storico sull'Impero Bizantino della durata di 15 minuti ciascuno.

Nascita dell'Impero Bizantino 1- da You Tube -La 7

  

 

 

 Nascita dell'Impero Bizantino 2- da You Tube -La 7

 

 

  

Nascita dell'Impero Bizantino 3- da You Tube -La 7

 

 

 

 Nascita dell'Impero Bizantino 4- da You Tube -La 7

 

 

 Nascita dell'Impero Bizantino 5- da You Tube -La 7

 

 

 

 

 

 

Approfondimenti:Oriente, arte bizantina, stile, storia dell'arte, Alessandra Cocchi, video, .

Per saperne di più sulla città di: Istambul

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 




disegni da colorare

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK