Arte Minoica


Origini e formazione Periodizzazione Caratteri dell'arte minoica Minoico Antico Produzione artistica del minoico antico Ritrovamenti archeologici del Minoico antico Architettura del Minoico Antico Ceramica del Minoico Antico Oreficeria e metalli del Minoico Antico Pittura del Minoico Antico Scultura del Minoico Antico Minoico Medio Necropoli del Minoico Medio Pittura del Minoico medio Urbanistica e architettura del Minoico medio Ceramica del Minoico Medio Lo stile di Kamares Minoico Recente Architettura e urbanistica del Minoico Recente Palazzi del Minoico Recente Teatro minoico Tombe del Minoico Recente Brocchetta di Gurnią Ceramica del Minoico Recente Oreficeria del Minoico Recente Pittura del Minoico Recente Scultura del Minoico Recente Vaso dei mietitori Periodo Minoico Postpalaziale


Opere di questo stile

torna indietro: Stili

Lo stile di Kamares

Storia dell'arte  >  Stili

Durante il Miceneo Medio si afferma uno degli stili pił originali dell'arte cretese: lo stile Kamares, riferito a particolari ceramiche realizzate tra il XX e il XVII secolo a. C..
Il nome, Kamares, deriva dal primo luogo di ritrovamento. Nella grotta di Mavrospilion di Kamares sul Monte Ida, di fronte al Palazzo di Festo uno scavo archeologico condotto nel 1900 da A. Taramelli portņ alla luce numerosi oggetti ceramici di qualitą altissima, sia per la fattura che per le forme e le decorazioni.
Le ceramiche Kamares comprendono una vasta gamma di oggetti molto diversi tra loro, caratterizzati da uno stile originalissimo e facilmente riconoscibile.
I manufatti venivano realizzati mediante il tornio girevole e con una lavorazione che richiedeva grande perizia tecnica. Gli gli artisti riuscivano a realizzare vasi di dimensioni anche considerevoli e spessori sottilissimi, fino ad un millimetro, chiamati "a guscio d'uovo". Vasi, coppe, crateri, brocche, erano rese sottilissime per imitare i modelli originali di metallo e decorati a colori vivaci e forme stilizzate e geometriche, ispirate alla natura.

Su un fondo bruno spiccano ornati chiari, inizialmente in bianco, poi si aggiunsero anche il giallo ocra, l'arancione e il rosso mattone. I motivi geometrici e fitomorfi, si sviluppano in forme stilizzate ed eleganti. Sono presenti spirali, inee curve, ovaloidi, e immagini che ricordano foglie, semi, baccelli, racemi, fiori, pesci e altri soggetti appartenenti al repertorio marino.
Sembra che l'invenzione di questo tipo di decorazione derivi da Cnosso e che da qui vennero poi diffuse in tutti i centri orientali dell'isola di Creta.  Si trattava di prodotti di lusso, poichč gli acquirenti di questi oggetti erano soprattutto aristocratici e sacerdotesse. Nonostante il notevole successo, i vasi di Kamares vennero realizzati per un tempo relativamente breve, poichč nel 1700 a.C. non si usavano pił, soppiantati da oggetti in oro o argento, forte preferiti da una clientela sempre pił ricca.

Alcuni vasi risalenti al 1600 a. C., ritrovati a Cnosso e Festo presentano gią uno stile nuovo, con motivi simili a quelli di Kamares, con conchiglie, granchi, alghe, rocce e delfini, ma realizzati su una lavorazione a rilievo.

Verso il 1500 a. C. venne introdotta una nuova variante stilistica con rilievi increspati a guscio di tartaruga.

A. Cocchi


Bibliografia.

AA.VV. La Storia dell'Arte. Le prime civiltą. Electa editore. Milano, 2006
AA.VV. Egitto. Archeologia e storia. Vol. I Folio editrice
G. Cricco, F.P. Di Teodoro Itinerari nell'arte. Vol. I. Zanichelli editore, Bologna 2003
E. Bernini, R. Rota Eikon. Guida alla storia dell'arte. Vol.I. Editori Laterza, Bari, 2005
F. Negri Arnoldi Storia dell'arte vol I. Gruppo editoriale Fabbri, Milano 1985
P. Adorno, A. Mastrangelo Arte. Correnti e artisti. Vol. I. Casa editrice G. D'Anna, Firenze 1994
N. Frapiccini, N. Giustozzi. La geografia dell'arte. Vol.1 Hoepli editore, Milano 2004
J. Lange. Creta in: AA.VV. Grecia e Creta. Viaggio nella terra degli dei. Archeo collection. De Agostini, Novara 2007
AA.VV. Creta e il dominio minoico. Una vita piena di colore. in: La Storia dell'Arte. Vol 1 Le prime civiltą. Mondadori Electa, Milano 2006
L. Girella. Morte ineguale. Per una lettura delle evidenze funerarie nel Medio Minoico III a Creta. in Annuario della Scuola Archeologica di Atene e delle missioni italiane in Oriente. Vol. LXXXI, serie III,3- Tomo I, 2003 Saia editore 2004
L. Cultraro, L. Pappalardo, F. P. Romano. Insediamento e necropoli dell'Antico e Medio Minoico a Priniąs, Creta (Grecia) CNR Dipartimento Patrimonio culturale
R. H. Hutchinson L'antica civiltą cretese in: Storia dell'arte Einaudi vol. I Torino 1976
S. Caranzano (a cura di) La civiltą minoico-cretese. Dispensa del Corso di Archeologia dell'Universitą Popolare di Torino 2010-11

 

Approfondimenti:Alessandra Cocchi, archeologia, ceramica, Kamares, civiltą.

Stile:Arte Minoica.

Per saperne di più sulla città di: Creta

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Vaso dipinto in stile Kamares. Proveniente da Festo. 1900-1700 ca. a. C. Heraklion, Museo Archeologico. Creta.


Brocca dipinta in stile Kamares. 1900-1700 ca. a.C. Da Festo. Heraklion, Museo Archeologico. Creta.


Pithos dičpinto in Stile Kamares. 1800-1700 ca. a. C. altezza cm.69,5. Heraklion, Museo Archeologico. Creta.


Vaso dipinto in stile Kamares. 1900-1700 ca. a. C. Heraklion, Museo Archeologico. Creta.



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK