De Nittis


Colazione in giardino Ora tranquilla Sulla neve Il salotto della principessa Matilde


torna indietro: Artisti

Sulla neve

Storia dell'arte  >  Artisti

L’opera, intitolata Sulla neve fu realizzata da De Nittis nel 1875 ed è un olio su tela, appartenente ad una collezione privata. Nonostante le piccole dimensioni, il quadro colpisce per la qualità e la sensibilità con cui è stato interpretato il soggetto. Il periodo di composizione fu particolarmente proficuo e le realizzazioni sul medesimo tema furono numerose.
La scena è ambientata in una Parigi che vive il periodo della sua trasformazione urbana, divenendo mondana e caotica, un carattere nuovo che l’evento della nevicata riesce per un momento a trasformare.
La neve occupa i due terzi del quadro, il resto è riservato al cielo grigio e alla veduta dei palazzi della periferia urbana. Una ragazza attraversa il campo innevato insieme a due cagnolini, gli abiti alla moda dell'epoca ne fanno risaltare la silouette.
Il punto di fuga esterno al quadro e il punto di vista rialzato provocano un effetto di dilatazione visiva e la prospettiva, che sembra continuare oltre i limiti del quadro, determina in effetto di spazio illimitato. Le forme sono ben studiate nel rispetto dei della profondità ma piuttosto poco definite, soprattutto gli elementi in lontananza che man mano svaniscono nella nebbia. La figura della donna è anch’essa ben fatta ma poco nitida. Ciò è dovuto alle pennellate in punta di pennello con le quali De Nittis accosta i colori, applicando la tecnica impressionista.
La luce è quella riflessa dalla neve, e induce gli altri colori ad attenuarsi. Anche il cielo perde la sua luminosità, di fronte al biancore del prato. L'essenzialità della composizione e il bianco che predomina il quadro ci rendono partecipi della pura nonché gelida giornata invernale. Tutto il dipinto è giocato sulla combinazione di pochi colori: il bianco, il nero (con la variante del grigio) e il giallo ocra, predomina una certa uniformità di gamma cromaticache rispecchia in pieno la situazione metereologica.
Dalle pagine di Notes et Souvenir di Giuseppe De Nittis, pubblicato a Parigi nel 1895 e in Italia nel 1964 con il titolo Taccuino 1870/1884, ricaviamo l’atmosfera che lo stesso pittore percepiva attorno a sé, nel momento della realizzazione di questo quadro. De Nittis scriveva: “Parigi è tutta bianca di neve. Una bianca coltre ricopre per tutta la lunghezza del viale i rami spogli, le poche foglie ancora attaccate e le grate dei cancelli”. Tale ambiente, così silenzioso e suggestivo, ispirava De Nittis all’arte e le sue opere non potevano che essere capolavori di fascino.

V. Piscaglia


Bibliografia.

Renato Russo. Giuseppe De Nittis, la vita e le opere ricordi e testimonianze, 2004, Editrice Rotas
Giorgio Cricco, Francesco Paolo Di Teodoro. Itinerario nell'arte, Dal Barocco al Postimpressionismo, Zanichelli 2004
Enrico Piceni. Giuseppe De Nittis - Vita e Opere, Mondadori, 1955
Umberto Allemandi. De Nittis - La vita, i documenti, le opere dipinte, Libro.Co. Italia S.r.l. Torino, 1990

 

 

Approfondimenti:De Nittis, neve, en plain air.

Stile:Impressionismo, Ottocento.

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Giuseppe De Nittis. Sulla neve. 1875. Olio su tela. Collezione privata.

swimme

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK