Gasteropodi



torna indietro: Molluschi

Gasteropodi

La rubrica degli animali  >  Molluschi

I Gasteropodi sono la classe di Molluschi  più grande e di maggiore successo, hanno infatti saputo conquistare una varietà di ambienti marini, di acqua dolce e terrestri molto ampia.

Si riconoscono soprattutto per la forma asimmetrica del corpo e per la conchiglia, presente in quasi tutte le specie. Uno dei gasteropodi terrestri più noti è la Chiocciola, tra gli esempi marini si possono ricordare le Lumachine di mare e i l Garagolo.

Il corpo dei Gasteropodi, molle, come in tutti i molluschi, è caratterizzato da una testa con occhi e bocca e dal cosiddetto piede, un organo di locomozione molto mobile, perchè dotato da una massa di muscoli variamete sviluppati. Sopra al piede si trova il sacco viscerale, contenente tutti gli organi vitali e protetto da una piega muscolo-cutanea detta mantello. Sul dorso dell'animale la superficie del mantello produce la conghiglia, costituita da carbonato di calcio e una sostanza detta conchiolina. Le conchiglie dei Gasteropodi sono diverse da specie a specie e hanno uno sviluppo asimmetrico, possono essere anche di forma ovale, conica o a spirale, rivolta a destra (destrorsa) o a sinistra (sinistrorsa).
La testa di solito è molto sviluppata e può avere una forma appiattita o cilindrica, dotata di bocca e tentacoli. La bocca dei gasteropodi si trova nella parte anteriore della testa, è composta di labbra, mascella e una lingua detta radula, riversita da uno strato corneo con numerosi dentini molto robusti e appuntiti. Sopra il capo i tentacoli sono organi di senso mobili e retrattili e possono variare a seconda delle specie. Nelle Chocciole, ad esempio si notano quattro tentacoli: i due più corti sono i tentacoli labiali, organi di tatto, mentre i due più lunghi portano alla sommità gli occhi.
 I visceri solitamente si avvolgono a spirale, prendendo posto all'interno della conchiglia. Nel sacco viscerale sono presenti numerosi organi che costituiscono il sistema digerente, il sistema repiratorio, il sistema nervoso, il cuore i reni e l'apparato riproduttivo. Nei Gasteropodi marini il sistema respiratorio è composto da branchie e in quelli terrestri da polmoni.
Nella maggior parte di essi i Gasteropodi sono ermafroditi, solo in alcune specie i sessi sono separati; depongono le uova in ammassi gelatinosi oppure le dispongono in filamenti, nastri o cilindri.

I gusci sono costituiti da carbonato di calcio, in genere sotto forma di aragonite, ma qualche strato è di calcite.

Le conchiglie sono piuttosto diversificate tra loro e possono lisce o con rilievi, più bombate, appiattite o a cono. Anche i colori e le decorazioni sono varie.

In molte specie, la conchiglia cresce con l'età dell'animale e si sviluppa a spirale. In alcuni gruppi l'accrescimento e l'avvolgimento del guscio è continuo, in altri si ferma d un certo stadio dello sviluppo. Ma ci sono anche alcuni gruppi che hanno abbandonato completamente la conchiglia. 

I Gasteropodi hanno avuto una lunga storia evolutiva, testimoniata da numerosi ritrovamenti fossili. Tra questi i più antichi sono i fossili di Bellerophon, risalenti al periodo Siluriano.
Caratteristici delle forme più primitive sono i gusci con lo strato interno madreperlaceo. Alcune famiglie possiedono un sifone esterno inalante che si collega all'apertura per mezzo di un canale.

 

Asaki San

  »»»»»»»»»•««««««««««

 

Bibliografia

O. Cattani. Pesci. in : AA.VV. Adriatico. Le stagioni del nostro mare. Amministrazione Provinciale diForlì-Cesena. Edizione Stampa MDM Forlì 1992
Enciclopedia Universo. Istituto Geografico De Agostini Novara, 1971
AA.VV. Nel meraviglioso regno degli animali. Armando Curcio Editore, Roma 1972

V. De Zanche, P. Mietto. Il mondo dei fossili. Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1977

C.Walker, D. Ward. La Biblioteca della Natura. Fossili. Guida fotografica a oltre 500 generi fossili di tutto il mondo. Arnoldo Mondadori Editore S.P.A. Milano, 2006

M. Lambert. I fossili. Vallardi Industrie Grafiche S.P.A. Lainate (MI) 1994

A. Rigutti. Zoologia. Atlanti scientifici Giunti Editore, Firenze 2010

M. La Greca, R. Tomaselli. La natura questa sconosciuta. Vol.3. Istituto Grografico De Agostini. Novara 1968

 

 

Approfondimenti:gasteropodi, molluschi, animali, Asaki San.

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 

disegni da colorare

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK