Giotto


L'insegnamento di Giotto Il cantiere degli affreschi di Assisi Storie di San Francesco Il dono del mantello Il miracolo della fonte L'approvazione della Regola Predica davanti a Onorio III Il Presepe di Greccio La morte del cavaliere di Celano L'omaggio di un semplice Giotto e il giottismo a Padova La Cappella Scrovegni (video) Affreschi della Cappella Scrovegni Gioacchino tra i pastori Il bacio di Giuda Compianto sul Cristo morto Crocifisso di Santa Maria Novella Giotto a Napoli Cronologia di Giotto


torna indietro: Artisti

Il bacio di Giuda

Storia dell'arte  >  Artisti

Il dipinto con Il bacio di Giuda fa parte degli affreschi realizzati da Giotto nella Cappella Scrovegni a Padova. È una scena molto animata.

La composizione, basata su un intreccio di linee oblique con inclinazioni diverse, rende l'idea della confusione dovuta all'arresto di Cristo e della conseguente rissa tra sgherri e apostoli.
Le figure si muovono con assoluta libertà, girano perfino di spalle, cosa inaudita nella pittura prima di Giotto.

I personaggi sono caratterizzati, hanno fisionomie ed espressioni molto particolari,  sembrano dei ritratti, probabilmente ripresi dalle persone che Giotto vedeva attorno a sè. Nell'opera  si coglie una grande attenzione psicologica soprattutto per la precisione con cui vengono resi gli atteggiamenti e il comportamento dei personaggi, ognuno di loro sembra vivere una particolare emozione e ha una sua gestualità e modo di reagire. San Pietro, sulla sinistra si scaglia con violenza e si sbilancia in avanti per aggredire con il coltello l'uomo davanti a sè. L'altro, non ha tempo di difendersi nè di girarsi, sembra preso alla sprovvista e ha un'espressione di sorpresa. L'uomo incappucciato, di spalle, cerca di fermare san Pietro afferrandolo per le vesti, ma non riesce a bloccarlo. Gli altri hanno espressioni alterate, gesti concitati.  Intensissimo è il dialogo muto che si svolge tra Gesù e Giuda, al centro e in primo piano nella scena. Quasi a simboleggiare il raggiro, Giuda, con un gesto ampio, avvolge Gesù nel suo mantello e lo bacia. I due si guardano negli occhi, Gesù con un'espressione consapevole e ferma, Giuda con un'aria dubbiosa e già colpevole.

Oltre all'eccezionale qualità espressiva dell'artista, questo dimostra la volontà di Giotto di creare nella sua pittura una rappresentazione della vita reale. Nella composizione di ogni scena viene studiata e ricostruita con cura una situazione concreta in un lavoro di sapiente regìa. Grande attenzione viene posta alla scena, al costume, alle interazioni tra personaggi, cercando di riprendere la spontaneità e la verità di persone e situazioni viste e vissute. I personaggi vivono i costumi, i comportamenti e le condizioni  degli uomini del suo tempo. La storia di Cristo viene portata nell'attualità.

A. Cocchi


Bibliografia

E.Bacceschi L'opera completa di Giotto. Classici dell'arte Rizzoli. Milano 1966
Antonio Pucci. Il Centiloquio, Firenze 1373
A. Magistà. Così ne parlano i contemporanei, in: Il romanzo della pittura. Giotto e i maestri del Trecento. Suppl. a La Repubblica del 26/10/1988
S. Malatesta. L'uomo che parlava la lingua dei mercanti, in: Il romanzo della pittura. Giotto. Suppl. a La Repubblica del 26/10/1988
A. Tomei. Giotto. La pittura. Dossier Art Giunti, Firenze 1997
C. Semenzato, A. Angoletta Berti. Giotto e i giotteschi a Padova. Arnoldo Mondadori editore/ De Luca edizioni d'arte. Milano/Roma 1988
La Nuova Enciclopedia dell'Arte, Garzanti, 1986
G. Cricco, F. Di Teodoro, Itinerario nell’arte, vol. 1, Zanichelli Bologna 2004


 

 

Approfondimenti:Giotto, affresco, Cristo, Giuda, san Pietro, via crucis, passione, composizione, psicologia, realismo.

Stile:Gotico.

Per saperne di più sulla città di: padova

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Giotto. Il bacio di Giuda. 1303-05. Affresco. Padova, Cappella Scrovegni.


Giotto. Il bacio di Giuda. Part. 1303-05. Affresco. Padova, Cappella Scrovegni.


Giotto. Il bacio di Giuda. Dett. 1303-05. Affresco. Padova, Cappella Scrovegni.


Giotto. Il bacio di Giuda. Dett. 1303-05. Affresco. Padova, Cappella Scrovegni.



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK