Pisano Giunta


Le croci giuntesche Crocifisso di San Domenico


torna indietro: Artisti

Crocifisso di San Domenico

Storia dell'arte  >  Artisti

Il Crocifisso di san Domenico, in San Domenico a Bologna databile verso il 1250-54 è considerato l'opera più tarda, in cui sembra concludersi il rinnovamento stilistico e compositivo di Giunta Pisano.
Giunta al Christus Thriumphans sostituisce il Christus Pathiens, introduce la visione drammatica della sofferenza e della morte di Cristo sulla croce. Questa visione è più fedele all'etica francescana che si concentra sempre di più sugli aspetti umani e vuole sviluppare una comunicazione più semplice e diretta con i fedeli, vuole commuovere.
E' un Cristo colto al culmine dell'agonia nel momento della morte. Colpisce la fragilità dell'esile ed elegante figura umana sullo sfondo scuro della grande croce. La composizione è asimmetrica, impostata sull'eccessivo inarcarsi del corpo, come in un disperato tentativo di sfuggire alla rigidità della morte. Il colore dell'incarnato è livido, verdastro, i muscoli irrigiditi, la testa reclinata di lato e con una smorfia di dolore sul viso. L'intento è quello di coinvolgere lo spettatore nel dramma del sacrificio divino, di  sucitare un sentimento di pietà e di angoscia.

Anche a livello di stile ci sono delle novità: la linea di contorno non è più decorativa, ma è una linea di tensione che esaspera i contorni in funzione espressiva, anche i colori non sono più quelli festosi vivaci delle croci precedenti, ma sono spenti, servono ad aumentare l'effetto drammatico. Il chiaroscuro rafforza i contrasti, sempre allo stesso scopo.  Sul volto di Cristo, la modellazione è ottenuta mediante passaggi chiaroscurali sottilissimi, e il livore della morte è accentuato da una luminosità spettrale che sfuma e contrasta con le ombre scure.

A. Cocchi


Bibliografia

La Nuova Enciclopedia dell'Arte, Garzanti, 1986
G. Cricco, F. Di Teodoro, Itinerario nell’arte, vol. 1, Zanichelli Bologna 2004
G. Benazzi Una croce tra Oriente e Occidente, in: Art e Dossier n.63, Giunti, Firenze 1991

 

Approfondimenti:Giunta Pisano, crocifisso, corce, morte, pathos, .

Stile:Gotico.

Per saperne di più sulla città di: Bologna

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Giunta Pisano. Crocifisso. 1250-54. Tempera su tavola. Bologna, Chiesa di San Domenico.



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK