Lega


Stile La nonna Il canto dello stornello Un dopo pranzo (Il pergolato) I promessi sposi L'opera di Lega (video)


torna indietro: Artisti

Il canto dello stornello

Storia dell'arte  >  Artisti

Si tratta di un'opera ambientata in una stanza di casa Batelli, in un pomeriggio d'estate. I personaggi rappresentatti sono Virginia Batelli, insegnante di musica, che sta suonando al pianoforte e le sorelle Maria e Isolina che sono rappresentate dietro di lei. In primo piano emergono le figure delle donne, viste di profilo, il pianoforte, la tenda legata e la finestra, che lascia entrare la luce nella stanza. C'è una perfetta corrispondenza tra interni ed esterni caratterizzata dalle proporzioni delle forme. La rappresentazione è serena ed articolata e l'equilibrio visivo è basato sul colore. Le figure sono caratterizzate da vesti molto morbide e decorate, ricche di dettagli: la volumetria che assumono, grazie alla luce proveniente dall'esterno, mette in evidenza le tonalità uniformi del colore che vengono utilizzate. C'è contrasto tra chiaro e scuro poichè non tutta la stanza è illuminata dalla limpida luce che entra dalla finestra. Osservando l'esterno si scorge un paesaggio tipico di campagna dove la collina, alta e uniforme, sembra quella che compare nell'opera L'elemosina. I colori sono nitidi, vivaci e accesi, le tonalità dominanti sono l'azzurro puro del corpetto e il bianco della camicia sottile. Lo spazio prospettico trova il suo punto di fuga nella tastiera del pianoforte ed è accentuato dal pavimento, ricco di decorazioni floreali. Non c'è staticità nelle figure, quanto piuttosto un senso di calma, e la scena presenta riferimenti al Quattrocento, in particolare alle opere di Piero della Francesca. Il tema dell'opera è la musica poichè lo stornello, indicato dal titolo, è un genere musicale. Essendo però un canto a una sola voce, si può dedurre che la ragazza con la mano appoggiata al mento, stia solo ascoltando, mentre l'altra canta. Per questo motivo è presente, sopra al pianoforte, un unico pentagramma. Lega realizza questo quadro per la Promotrice Fiorentina ma l'opera passò inosservata, e non  ottenne il successo che avrebbe meritato.

V. Mazzotti


Bibliografia:

Giorgio Cricco,Francesco Paolo Di Teodoro,”Itinerario nell’arte”, Zanichelli Editrice, 2008
Giuliano Matteucci,”Lega”,Giunti Editrice, 2005
Giuliano Matteucci, Fernando Mazzocca, Antonio Paolucci, ”Silvestro Lega:i macchiaioli e il Quattrocento”, Silvana Editrice, 2007                                                     

 

Approfondimenti:Leca, musica.

Stile:Ottocento.

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Silvestro Lega.Il canto dello stornello. 1867 Olio su tela. 158x98cm. Firenze, Galleria D’Arte Moderna

swimme

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK