Maschere di Alessandra Cocchi



torna indietro: Arti applicate

Maschere di Alessandra Cocchi

Colpo d'occhio  >  Arti applicate

Le Maschere create da Alessandra Cocchi sono rielaborazioni fantastiche in cui i riferimenti a diverse civiltà artistiche, dalle più antiche, a quelle più moderne si intrecciano in un gioco di scambi con le tradizioni popolari e rinvii alla commedia dell'arte.

Il video  qui sotto è riferito alla mostra avvenuta alllo Studio d'Arte 15 di Cesena dal 1 al 28 febbraio 2017,  documentata anche nel blog della galleria, in cui le maschere sono state esposte per la prima volta.

 

 

La foto qui sotto ritrae l'allestimento della mostra vista dall'ingresso della galleria.

 

 

 

Una gioiosa mescolanza di forme e colori suscitata dall'atmosferaliberatoria,  chiassosa e divertita del Carnevale sta alla base di queste creazioni, a metà tra la scultura e i componenti dei carri mascherati.

 

A. Cocchi. Giullare della Luna. 2017. Maschera in cartapesta e acrilico.

 

Ci si può divertire a riconoscere spunti da opere famose, come nel cappello del Giullare della Luna, che nella foggia e nel colore ricorda quello del Duca Federico da Montefeltro del celebre Ritratto di Piero della Francesca.

  



A. Cocchi. Cortigiana. 2017. Maschera in cartapesta e acrilico.

 

Nella Cortigiana una maschere funeraria di faraone egizio sembra intrecciarsi con il tricorno del rococò.

  

   

A. Cocchi. Guardia. 2017. Maschera in cartapesta e acrilico.

 La maschera della Guardia, con i suoi colori metallici e le forme spigolose ha un aspetto marziale ma anche un po' bizzarro, quasi  da giocattolo-robot e ricorda un po' Guerre Stellari e un po' i personaggi dei Balli meccanici di Depero.

  

A. Cocchi. Regina. 2017. Maschera in cartapesta e acrilico.

 

 La Regina ha un aspetto sottilmente inquietante, sembra avvicinarsi all'arte della civiltà assira, ma i suoi lineamenti sono più vicini alle immagini cinematografiche di un alieno.

  

A. Cocchi. Insetto. 2017. Maschera in cartapesta e acrilico.

 

Il fantasioso Insetto, ci guarda con l'aria beffarda dei mascheroni barocchi

 

 

A. Cocchi. Giullare del Sole. 2017. Maschera in cartapesta e acrilico. 

  

e il Giullare del Sole rinvia ad antiche divinità solari ma con i lineamenti grotteschi di un pagliaccio sorridente.

Le maschere sono state realizzate nel 2017 con la tecnica della cartapesta e dipinte con colori acrilici.

Per ulteriori informazioni su questi oggetti scrivere a:  info@geometriefluide.com

 

Dettaglio della lavorazione della Regina.

 

Approfondimenti:A. Cocchi, maschera, carnevale, cartapesta, scultura, .

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


A. Cocchi. Maschere. 2017. Veduta della mostra presso Studio d'Arte 15 a Cesena.




A. Cocchi. Maschere. 2017. Veduta della mostra presso Studio d'Arte 15 a Cesena.




A. Cocchi. Maschere. 2017. Veduta della mostra presso Studio d'Arte 15 a Cesena.




A. Cocchi. Maschere. 2017. Veduta della mostra presso Studio d'Arte 15 a Cesena.



swimme

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK