Morisot Berthe


La culla Nascondino Il porto a Lorient Julie che sogna ad occhi aperti


torna indietro: Artisti

La culla

Storia dell'arte  >  Artisti

La Culla, realizzato dalla Morisot nel 1872 e ora conservato al Musée d’Orsay di Parigi, è il ritratto della sorella Edma mentre osserva sua figlia Blanche, nata alla fine del 1871. La giovane donna ammira come incantata la neonata, tanto da assumerne inconsciamente la stessa posa: mano sinistra sotto il mento, braccio destro sopra alla culla. Il velo che ricopre la culla della piccola Blanche è ottenuto dalla Morisot con leggeri strati di grigio e di bianco e punteggiature di rosa per gli orli: la figura della neonata appare perciò meno definita rispetto a quella della madre, ritratta nei minimi particolari. La Culla rappresenta uno dei temi più amati dalla pittrice, quello dello sguardo e della maternità, protagonisti delle tele della Morisot per tutta la sua produzione artistica. La scena è elegante, intima: ci si sente quasi degli intrusi nell’osservare tanta dolcezza, pace e tenerezza. Esposto nel 1784 alla mostra impressionista, il dipinto venne a malapena notato dai critici, che ne riconobbero però la grande grazia ed eleganza.

C. Severi


Bibliografia


Charles F.Stuckey, William P. Scott Berthe Morisot,Impressionismo al femminile. Arnoldo Mondadori Editore 1987.
Francesca Santucci. Donne protagoniste. Edizioni Il Foglio, 2004.

 

Approfondimenti:Morisot, bambino, maternità.

Stile:Impressionismo, Ottocento.

Per saperne di più sulla città di: Parigi

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Berthe Morisot "La Culla", 1872 Olio su tela, 56 x 46 cm Parigi, Musée d'Orsay



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK