Morisot Berthe


La culla Nascondino Il porto a Lorient Julie che sogna ad occhi aperti


torna indietro: Artisti

Il porto a Lorient

Storia dell'arte  >  Artisti

Nel 1869 Berthe andò a trovare la sorella Edma a Lorient agli inizi di giugno e realizzò questo piccolo dipinto ad olio che Manet apprezzò a tal punto da riceverlo in regalo dalla stessa pittrice. Edma è seduta sul bordo di un parapetto di pietra nel porto della cittadina e, facendosi ombra con un parasole, scruta lo specchio d’acqua su cui la sua immagine è probabilmente riflessa. Aiutata dai consigli del cognato, la Morisot  fa una resa molto accurata dell’architettura delle navi ormeggiate al porto, sulle sponde del quale sono visibili in lontananza le piccole figure dei cittadini di Lorient. Il cielo azzurro solcato da nuvole bianche si riflette nell’acqua calma che Edma è intenta ad osservare nel suo lungo abito bianco, con stemperature di rosa chiaro, lilla e viola sul colletto. Il parapetto su cui la donna è seduta è delineato con veloci pennellate grigio marroni che in alcuni punti diventano quasi degli scarabocchi, su cui poi Berthe pone poi la propria firma.

C. Severi


Bibliografia


Charles F.Stuckey, William P. Scott Berthe Morisot,Impressionismo al femminile. Arnoldo Mondadori Editore 1987.
Francesca Santucci. Donne protagoniste. Edizioni Il Foglio, 2004.

 

Approfondimenti:Morisot, porto, paesaggio.

Stile:Impressionismo, Ottocento.

Per saperne di più sulla città di: Washington

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Berthe Morisot " Il porto a Lorient", 1869 Olio su tela 43,5 x 73 cm Washington, D.C., National Gallry of Art, Collezione Ailsa Mellon Bruce 1970



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK