Animali dell'Ordoviciano


Agnati Arandaspidi Astraspidi Brachiopodi Ortocerato Ostracodermi Sacabambaspidi


torna indietro: Il Paleozoico

Animali dell'Ordoviciano

La rubrica degli Animali preistorici  >  Il Paleozoico

 

505 milioni di anni fa, concluso il periodo Cambriano, in cui si formarono le più antiche specie di Animali,  iniziò l'Ordoviciano, secondo periodo dell'Era Paleozoica, durante il quale avvennero importanti cambiamenti.

Il clima era generalmente mite su tutto il pianeta,  l'habitat in cui comparvero le nuove forme di Animali era ancora quello dei grandi mari preistorici. Gli Animali acquatici dell'Ordoviciano cominciarono a sviluppare una struttura ossea, adattandosi sempre meglio alla vita del mare.  Diversificandosi tra loro per forme e caratteristiche, nell'Ordoviciano si distinsero meglio prede e predatori, continueranno ad evolversi anche nei periodi successivi: il Siluriano e il Devoniano. Dagli animali dell'Ordoviciano, ancora privi du un vero scheletro, derivano i vertebrati.

 

 


A. Cocchi. Anomalocaride. 
Disegno da colorare 

 

 

Gli antenati degli Artropodi come gli Anomalocaridi e i Trilobiti, comparsi già nel Cambriano, sono presenti anche nell'Ordoviciano in forme più evolute. Ad esempio l'Aegirocassis benmoulae, era un Anomalocaride che poteva raggiungere i due metri di lunghezza e nuotava nutrendosi di plancton.


Lloydolitus ornatus, Trilobita dell'Ordoviciano.
Fonte: V. De Zanche, P. Mietto. Il mondo dei fossili.
Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1977



Tipici animali dell'Ordoviciano sono gli Agnati e  gli Ostracodermi, Pesci primitivi ancora privi di mascelle e di denti che si nutrivano aspirando insieme all'acqua piccolissimi organismi che trovavano tra le alghe.  Gli Agnati e gli Ostracodermi sono i primi Animali Vertebrati.


Esempio di Ostracoderma dell'Ordoviciano.
Fonte: M. La Greca, R. Tomaselli. La natura questa sconosciuta.
Vol.3. Istituto Grografico De Agostini. Novara 1968

 

Continua anche l'evoluzione dei Nautiloidi e tra questi compaiono gli Ortoceratidi, con caratteristiche conchiglie coniche, dalla forma diritta o incurvata.

Nell'Ordoviciano sono vissuti numerosi Brachiopodi, Animali provvisti di conchiglia a cui appartiene lo Spirifer, da cui discendono gli Spiriferidi.

 


Spirifer, Brachiopode articolato. Fonte: V. De Zanche, P. Mietto.
Il mondo dei fossili. Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1977

 

Sempre tra gli animali di abitudini pelagiche, continuano ad esistere anche gli Echinodermi, animali che precedono le odierne Stelle marine. Gli Eterosteli e gli Edrioasteroidi erano già comparsi fin dal periodo Cambriano, mentre tra le nuove forme apparse nell'Ordoviciano vanno indicati gli Ofiocistoidi e i Blastoidi che tramite un peduncolo, vivevano aggrappati alle rocce dei fondali marini. Gli Ofiocistoidi scomparvero nel Devoniano, i Blastoidi invece si diffusero molto, soprattutto con la specie Pentremites e si estinsero nel Permiano.

 


Cardiola cornucopiae, lamellibranco dell'Ordoviciano.
Fonte: V. De Zanche, P. Mietto. Il mondo dei fossili.
Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1977

 
Tra gli Echinoderni nell'Ordoviciano comparvero anche Animali che sono già molto simili alle Stelle marine di oggi e potevano nuotare e muoversi liberamente come l'Euzonosoma e il Furcaster.

 


A. Cocchi. Euzonosoma. Disegno da colorare

 

 Alla fine dell'Ordoviciano, circa 444 milioni di anni fa avvenne l'estinzione della maggior parte delle specie esistenti. Solo quelle sopravvissute riuscirono a continuare la propria evoluzione trasmettendo le nuove generazioni ai periodi successivi. La causa della grave estizione che concluse l'Ordoviciano non è chiara e rimane ancora oggetto di studio per i paleontologi.

 

Asaki San

 

Animali preistorici da colorare

Per le scuole e per chi ama colorare vedi la sezione Animali preistorici da colorare: tanti bellissimi disegni da colorare sugli Animali preistorici, per divertirsi e imparare. Clicca sul link per vederli! 

 


Bibliografia:

 

V. De Zanche, P. Mietto. Il mondo dei fossili. Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1977

L.B. Halstead, G. Caselli. Evoluzione ed ecologia dei dinosauri. Eurobook Londra, 1976; Vallardi Industrie Grafiche per l'edizione in lingua italiana, Lainate (MI) 1976

L. Cambournac, M.C. Lemayeur, B. Alunni, E. Beaumont. Dinosauri e animali scomparsi. Edizioni Laurus, Bergamo.

P. D'Agostino. Dinosauri dalla A alla Z. De Agostini editore, Novara 2010

D. Meldi, S. Boni, L. Cecchi. Dinosauri dalla A alla Z. Origine, evoluzione, estinzione. Rusconi Libri S.p.a. Santarcangelo di Romagna.

 

Approfondimenti:Ordoviciano, Paleozoico, animali preistorici, estinzione, Asaki San.

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Pseudohornera bifida, Briozoo dell'Oedoviciano. Fonte: V. De Zanche, P. Mietto. Il mondo dei fossili. Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1977





 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK