Piero della Francesca


La Flagellazione di Urbino Vita e formazione Gli affreschi con le Storie della Croce L'organizzazione degli affreschi Lo stile degli affreschi La composizione armonica Figure e forme Spazio e tempo Luce e colore


torna indietro: Artisti

Spazio e tempo

Storia dell'arte  >  Artisti

Un'altra particolarità dello stile di Piero della Francesca in questi affreschi sta nella rappresentazione dello spazio e del tempo. Tutti i personaggi sembrano come bloccati, immobili. Ogni gesto sembra come congelato all'improvviso, anche in situazioni dove il dinamismo sembrerebbe essenziale.
Ad esempio, nelle battaglie c'è un grande senso di confusione, con l'intrigo di uomini, cavalli, lance, spade,  stendardi e bandiere. Si vede gente che si scontra, che cade, che muore, che uccide. Ma presi singolarmente, i personaggi sembrano tutti bloccati, statici, come se il tempo si fosse fermato per incantesimo.
Eppure la posizione dei cavalli e i gesti dei soldati, sono esatti, come pure il loro inserimento nello spazio prospettico. Ma è proprio questa esattezza che toglie l'effetto del movimento.
Piero non vole rappresentare lo svolgersi dell'azione nel tempo. Si allontana dalla rappresentazione realistica del dinamismo e cerca invece la rappresentazione astratta della perfezione. Piero toglie (astrae) il tempo della realtà, e secondo una concezione intellettuale ci restituisce un'immagine perfetta e senza tempo. Nello spazio esatto della geometria tutto è perfetto e immobile, perchè risponde alle stesse leggi matematiche. In una dimensione perfetta il tempo non esiste, perchè è intesa come una visione eterna.

A. Cocchi


Bibliografia e sitografia

M. Bussagli Piero della Francesca. Dossier Art n. 71. Editrice Giunti, Firenze 1992
G. Cricco, F. Di Teodoro, Itinerario nell’arte, vol. 2, Zanichelli Bologna 2004
G. Dorfles, S. Buganza, J. Stoppa Storia dell'arte. Vol II Dal Quattrocento al Settecento. Istituto Italiano Edizioni Atlas, Bergamo 2008
E. Forssman. Dorico, ionico, corinzio nell'architettura del Rinascimento. Editori Laterza, Bari 1988
L. H. Heydenreich Il Primo Rinascimento. Arte italiana 1400-1460. Rizzoli Editore, Milano 1979
La Nuova Enciclopedia dell’arte Garzanti, Giunti, Firenze 1986
P. Adorno, A. Mastrangelo Arte. Correnti e artisti vol.II
F. Negri Arnoldi Storia dell'arte vol III
E. Bernini, R. Rota Eikon guida alla storia dell'arte. Vol. 2 Dal Quattrocento al Seicento. Editori Laterza, Bari 2006

 

Approfondimenti:Piero della Francesca, affresco, pittura rinascimento, ciclo pittorico, croce, spazio, tempo, .

Stile:Quattrocento.

Per saperne di più sulla città di: Arezzo

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Piero della Francesca. Storie della Croce. Regina di saba e re Salomone. Dett. Affresco. 1452-66 Arezzo. Chiesa di san Francesco.



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK