Reggenza


Schema di riferimento storico Moda femminile nella Reggenza Moda maschile nella Reggenza Marsina e veste: modelli e confezione


torna indietro: Storia della Moda e del Costume

Schema di riferimento storico

Colpo d'occhio  >  Storia della Moda e del Costume

Lo stile della Reggenza deriva il suo nome dalla reggenza dello stato francese, che venne richiesta, alla morte di Luigi XIV, dal fratello del re, il duca Filippo D'Orléans per  diritto di nascita. I magistrati concessero al duca la possibilità di reggere il governo della Francia dal 1715 al 1723, cioè finchè il piccolo Luigi XV, erede al trono, non avesse raggiunto la maggiore età.

La reggia di Versailles, vecchia residenza del Re Sole, non era amata dal duca Filippo, poichè rappresentava per lui un ambiente negativo, in cui, soprattutto negli ultimi tempi, aveva subito parecchi soprusi. Così egli pochi giorni dopo la morte di Luigi XIV (avvenuta il 1°settembre 1715) si trasferì a Parigi, portando con sè la propria famiglia e il piccolo Luigi XV. Poco tempo dopo anche gli aristocratici della corte, lasciarono Versailles per spostarsi a Parigi.
Sotto il duca Filippo d'Orléans la vita di corte si rianimò di una nuova vivacità, grazie soprattutto alla moglie del reggente, principessa Liselotte von der Pfalz, signora dotata di grande spirito, che introdusse nella vita mondana dell'aristocrazia un accento più spensierato e naturale, meno pomposo rispetto a quello che caratterizzava gli ultimi anni di vita del Re Sole.
Questa situazione fu una delle cause che contriburono al cambiamento di gusto riscontrabile nell'arte e nel costume di quegli anni.
Il costume della Reggenza, infatti, rappresenta uno stile di transizione della moda francese tra il barocco, noto anche come stile Luigi XIV e il rococò, detto anche stile Luigi XV, e si protrasse fino al 1730.

I rapporti commerciali con l'Oriente, soprattutto la Cina si fecero più intensi, soprattutto nel commercio con la seta influenzando la moda occidentale e in particolare la corte francese, che fu affascinata dai colori delicati e dalle decorazioni dei tessuti dell'Estremo Oriente.

Il periodo della Reggenza, insieme a quello successivo di Luigi XV, è stato un momento di grande fioritura per la moda francese, e non coinvolse soltanto gli ambienti aristocratici, ma anche altri livelli sociali. La mania del lusso e del cambiamento alla ricerca del modello "ultimo grido" divenne un fenomeno sociale i ampia portata, poichè anche le donne del popolo cercavano di imitare le dame dell'alta società.
Anche l'arte ha avuto un grande peso sulla formazione del gusto di questo momento. I dipinti di Watteau e di Chardin proponevano immagini di grazia ed eleganza, introducendo nelle loro opere personaggi elegantissimi, che portavano i loro abiti con disinvoltura e "nobiltà" di atteggiamenti.
Luigi XV venne incoronato re di Francia nel 1722, nella sua politica proseguì la linea dell'assolutismo di Luigi XIV, mentre nelle occasioni mondane, nei primi anni del suo regno assecondò nella sua corte lo stile della Reggenza, per poi introdurre la svolta del gusto rococò a partire dal 1730.

A. Cocchi


Bibliografia

V. Maugeri A. Paffumi Storia della moda e del costume. Calderini Editore, Firenze 2005
L. Kybalovà, O. Herbenovà, M. Lamarovà. Enciclopedia illustrata del costume. F.lii Melita Editore, La Spezia 1988
C. Giorgetti. Manuale di Storia del Costume e della Moda. Cantini Gruppo D'Adamo Editore, Firenze

 

Approfondimenti:Reggenza, moda, costume, abito.

Stile:Arte del Settecento.

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Hiacinthe Rigaud, Philippe II, Duca d' Orléans 1689, olio su tela, Perpignan, musée Rigaud


Nicolas de Largillière. Françoise-Marie Arouet de Voltaire. 1715 ca. Olio su tela. cm. 79X64. Musei Nazionali di Francia. Castello di Versailles



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK