Romanticismo



Opere di questo stile

torna indietro: Stili

Romanticismo

Storia dell'arte  >  Stili

Romanticismo
Romanticismo e Neoclassicismo a confronto
Il Romanticismo in Italia
 I precedenti del movimento romantico

Bibliografia

 

Il Romanticismo è un fenomeno culturale di enorme portata che oltre alle arti visive comprende anche la musica, la filosofia, la letteratura. Ha rappresentato anche un modo di essere, uno stile di vita.
Si diffonde in Europa nella prima metà dell'800, e si forma già dalla fine del secolo precedente, parallelemente al Neoclassicismocon il quale condivide la stessa cultura e situazione storica, ma se ne distacca nella generale dimensione espressiva e quindi nello stile artistico. (vedi il confronto)

Dal punto di vista storico accompagna il nascere della prima rivoluzione industriale che porterà all'organizzazione di gruppi sociali e alle lotte di classe.

  Rispetto agli altri paesi europei, il Romanticismo italiano si sviluppa con un certo ritardo e assume caratteristiche diverse.
Nel complesso, il Romanticismo si pone come un rovesciamento delle regole, rispetto al Neoclassicismo.
Soprattutto sono opposti i due modi di vedere e sentire la natura:


Con il Romanticismo si coglie nell'arte l'esplosione di un'inquietudine di fondo, ma anche una ricerca di individualità, intesa in due modi:

Mancano il distacco e il tono moraleggiante tipici del neoclassicismo, e che presumono uno spettatore generico. Ogni contenuto viene sempre spinto all'estremo, contro la misura e l'equilibrio neoclassici, spesso si tende all'eccesso. C'è anche una ricerca di assoluto che rinvia alla filosofia romantica e una riscoperta della dimensione del sacro.

Nella filosofia diventano importanti le teorie di Von Schlegel ( 1803) e di Schelling (1799-1800) sull'identità tra natura e spirito, applicate dal pittore tedesco Friedrich, uno dei maggiori rappresentanti del Romanticismo nell'arte.  Friedrich, nei suoi dipinti, pone l'uomo in rapporto con la Natura infinita ed esprime un sentimento di sgomento. Egli afferma:  "il compito di un'opera d'arte è di riconoscere lo spirito della Natura, comprenderlo, registrarlo e renderlo con tutto il cuore e il sentimento".

In Inghilterra la pittura romantica è rappresentata soprattutto da Turner (1755-1851) e Constable (1776-1837).

 

 A. Cocchi


 

Romanticismo e Neoclassicismo a confronto

 

Nell'arte, Classicismo e Romanticismo aprono due grandi strade espressive, apparentemente contrarie, ma essendo appartenti allo stesso contesto culturale e e storico presentano molti punti di collegamento. Infatti nelle opere di gran parte degli artisti attivi nella prima metà dell'800 sono spesso presenti elementi stilistici appartenenti ad entrambe le visioni estetiche. E' il caso ad esempio dell'opera di Fussli. Ma anche in artisti decisamente romantici come Gericault Delacroix ci sono dei particolari classicheggianti. E' più difficile invece rintracciare elementi classici nella pittura di Friedrich e Turner.
Eppure gli artisti romantici si oppongono vivacemente a quelli neoclassici (come gli intellettuali romantici a quelli illuministi). Ma l'opposizione radicale rimane solo sul piano teorico e delle intenzioni. Gli artisti romantici e neoclassici hanno di fatto la stessa formazione, hanno compiuto gli stessi studi, e possiedono la stessa cultura. Quello che cambia è la reazione espressiva. Di conseguenza le opere appaiono molto diverse tra loro.
Nella pittura di questo periodo, dal punto di vista dello stile si possono riconoscere le componenti più neoclassiche o le componenti componenti più romantiche secondo uno schema di massima.

 

elementi
neoclassici

 

elementi
romantici

 

ordine, rigore

regolarità, geometria,

semplicità e chiarezza

proporzoni

forme pulite e nette

contorni delineati, 

razionalità, controllo

visione astratta, distaccata

sobrietà cromatica

ricorso all'antichità classica

visione laica

visioni eroiche, idealizzate

sicurezza, fede nella ragione,
nella scienza, nel progresso

disordine, spontaneità, 

irregolarità, naturalismo

complessità e confusione

deformazione, 

forme indistinte, macchie

assenza di contorni

fantasia, sentimento, passione

coinvolgimento emozionale

colorismo ricco

ricorso al Medioevo

spiritualità, 

visioni oscure, strane, misteriose

inquietudine, paura dell'ignoto,
misticismo

 

 Opere a confronto

 

 Un esempio si può vedere dal confronto tra il Giuramento degli Orazi di David, neoclassico e la Zattera della Medusa di Gericault, romantico.

J.L. David. Il giuramento degli Orazi.
1785. Parigi, Louvre
T. Gericault. La zattera della Medusa.
1818-19. Parigi, Louvre

 

  

A. Cocchi

 

 


 

Romanticismo in Italia

 

Nonostante il ''viaggio in Italia'' compiuto da alcuni artisti nordici, in un primo momento in Italia non avviene una immediata adesione al Romanticismo  europeo.  La sitazione politica, rappresentata dal progetto liberale di Cavour che non ha compreso la partecipazione  delle masse popolari, ha determinato un certo ritardo culturale che si è ripercosso anche sulla produzione artistica. Nell'arte italiana dei primi decenni del secolo esiste uno spirito vagamente romantico, più impostato sui soggetti che sugli elementi pittorici, con temi storici e narrativi, molto legato alla letteratura, e di impronta retorica.
Gli esempi migliori del romanticismo italiano sono le opere di Francesco Hayez, artista veneziano di formazione neoclassica, le piccole tele dello scrittore D'Azeglio, che immerge gli episodi storici e leggendari in vedute di paesaggio, e i paesaggi del napoletano Gigante.

Solo verso la metà del secolo troviamo in Italia alcune opere più autenticamente romantiche, come quelle di Carnovali detto il Piccio, e di Fontanesi. Essi,  attraverso alcuni soggiorni all'estero, si avvicinarono alla pittura romantica venendo in contatto con pittori francesi come Delacroix, Daubigny, Corot e inglesi come Turner, Constable, Gainsborough e seguirono i successivi sviluppi della pittura di paesaggio della scuola di Barbizon.

 

A. Cocchi

 


 

 

I precedenti del movimento romantico

 

Il movimento romantico trova i suoi precedenti soprattutto nella letteratura: nello Sturm und Drang  tedesco, nel romanzo inglese  e in alcune opere di Rousseau.

Parallelemente al Razionalismo si stavano sviluppando manifestazioni letterarie ed artistiche che rivelavano un a sensbilità maggiore, malinconica e rivolta alla contemplazione della natura. Gli esempi più importanti sono le Fantasticherie del viandante solitario di Rousseau (1776-78), la diffusione dei Poemi di Ossian (1760), leggende celtiche tradotte in prosa inglese da Jacopo Macpherson, ma anche il particolare gusto per il pittoresco rappresentato dal giardino all'inglese, che spesso correda anche le architetture neoclassiche.

 

 


A. Cocchi

 


 

Bibliografia



G. Cricco, F.P.Di Teodoro Itinerario nell'arte. Vol. 3.Zanichelli
La nuova enciclopedia dell'arte Garzanti
AA.VV. Moduli di arte. Dal neoclassicismo alle avanguardie. Electa-B. Mondadori 2003

 

Approfondimenti:romanticismo, preromanticismo, artisti del romanticismo, artisti del preromanticismo.

Stile:Romanticismo, .

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK