San Gimignano


Cenni storici La torre simbolo di potenza Le torri si trasformano Dalle torri ai palazzi Dal declino post-medievale a oggi Monumenti di San Gimignano La città patrimonio dell'UNESCO


torna indietro: Turismo d'arte

La torre simbolo di potenza

Colpo d'occhio  >  Turismo d'arte

Da qualunque luogo si arrivi, San Gimignano svetta sulla collina, alta 334 metri, con le sue numerose torri medioevali. Ancor oggi se ne contano tredici, da qui deriva il suo toponimo di Manhattan del Medioevo.
La più antica è la Torre del Podestà, detta la Rognosa mentre la più alta è la Torre Grossa di 54 metri.

Si dice che nel Trecento a San Gimignano vi fossero settantadue torri, pari ai nuclei delle famiglie benestanti, le uniche che potevano mostrare, attraverso la costruzione di una torre, il proprio potere, soprattutto per il fatto che il processo costruttivo non era certo semplice o economico.  Infatti occorreva cavare i materiali per la costruzione, trasportarli fino in città, porre in opera la struttura, cose che quindi potevano permettersi soltanto le famiglie più abbienti, dedite all'attività mercantile.

Le prime torri nascono isolate, in un tessuto sgranato, ben diverso da quello compatto che vediamo oggi. Diverso era soprattutto il modo in cui si viveva nella torre. Gli ambienti all'interno erano piccoli, in genere un metro per due; poche erano le aperture, mentre lo spessore murario, di circa due metri, garantiva fresco in estate e caldo in inverno. Quasi a tutte le torri venivano addossate strutture in materiali deperibili come legno e terra.
L'abitazione non si estendeva per tutta l'altezza della torre. Al piano terreno erano le botteghe, al primo piano le camere e, più in alto, la cucina. La disposizione degli ambienti seguiva le più elementari regole della sicurezza. La cucina, dove si accende solitamente il fuoco, era al piano abitato più alto, in modo da poter fuggire dalla torre in caso di incendi.

L. Bravaccini (alunna del Liceo Classico Monti, Cesena)


Bibliografia e sitografia:

C. Toniazzi “Borghi d’Italia”, endemol 2004
Dizionario Garzanti, Garzanti linguistica, 2005
G. Cricco, F. Di Teodoro, Itinerario nell’arte, vol. 2, Zanichelli Bologna 2006

 

Approfondimenti:torre, architettura, .

Stile:Arte del Medio Evo, Romanico, Gotico.

Per saperne di più sulla città di: san Gimignano

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Le torri medievali di San Gimignano.


Torre del podestà o torre rognosa. San Gimignano.


Torre Grossa, la più alta delle torri. San Gimignano.

disegni da colorare

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK