Sisley


La strada de la Machine, Louveciennes Il canale del Loing Neve a Louveciennes La barca durante l'inondazione


torna indietro: Artisti

La strada de la Machine, Louveciennes

Storia dell'arte  >  Artisti

La strada che si allontana e si perde all'orizzonte costituisce uno dei temi preferiti da Sisley. Spesso, è proprio la strada che collega il primo piano allo sfondo e che contribuisce ad "attraversare" lo spazio, dando così luogo ad effetti di prospettiva molto riusciti. In questa tela, l'illusione della terza dimensione è resa in modo alquanto spettacolare grazie alla strada che corre diritta, perpendicolarmente alla superficie del quadro. La fila di alberi conferisce ritmo alla composizione e accentua l'impressione di profondità, mentre un gioco di linee si viene a creare grazie alle traiettorie verticali dei tronchi, alle quali fa seguito l'andamento orizzontale delle ombre. La salita appena accennata della strada, è utilizzata per creare un punto di fuga leggermente decentrato e ottenere così una vista dall'alto sullo sfondo soleggiato. Infine, come di consuetudine, Sisley umanizza il suo paesaggio introducendovi alcune piccole figure. Anche in questo dipinto ritroviamo il senso di solitudine e desolazione come in tanti suoi altri quadri; questa volta però i colori sono piu caldi e il cielo è completamente limpido.
In lontananza si può vedere il resto della città le cui case sono trattate da una semplice pennellata.
La strada de la Machine, Louveciennes, non può non evocare un altro celebre quadro intitolato Viale di Middelharnis (Londra, The National Gallery) dipinto da Hobbema nel 1689, che Sisley aveva avuto modo di ammirare quando, da giovane, aveva soggiornato a Londra. Altri influssi, tuttavia, sono ravvisabili in questo quadro. Il senso della costruzione è senza dubbio ereditato da Corot, mentre lo spazio preponderante riservato al cielo deriva dai maestri del paesaggio olandese del XVII secolo, tra i quali possiamo annoverare Ruysdael. Infatti, è proprio la luminosità della campagna dell'Ile-de-France che Sisley riesce a rendere con grande maestria.

A. Evangelisti


Bibliografia

Francois Daulte. Sisley. Fratelli Fabbri Editori 1972
AA.VV. Alfred Sisley.  Ferrara- Palazzo dei Diamanti 17febbraio - 19maggio 2002
Itinerario nell'arte: dal Barocco al Postimpressionismo" Zanichelli 2006
"Wikipedia" sito internet


 

 

Approfondimenti:Sisley, strada, .

Stile:Impressionismo.

Per saperne di più sulla città di: Parigi

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Alfred Sisley La strada de la Machine 1873 olio su tela cm 54x73. Parigi, Museo d'Orsay

swimme

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK