Tipica


Maria Pia Campagna Effervescit Esposizioni Monografie e pubblicazioni Profilo dell'artista: Maria Pia Campagna Contatta l'artista


torna indietro: Art Gallery

Effervescit

Art Gallery

Maria Pia Campagna
Effervescit
Rimini
Galleria RM 12 art e design
17 marzo – 7 aprile 2007
orario: dalle 17 alle 19,30 su appuntamento dal lunedì al sabato

Si inaugura a Rimini sabato 17 marzo 2007 alle ore 18 alla Galleria RM12 art e design di Roberto Semprini (via Giovanni XXIII, 12) la mostra di Maria Pia Campagna dal titolo Effervescit.
Ancora una volta l’artista fa ricorso alla lingua latina e gioca con il significato latente che si cela dietro le parole. Ecco allora una fuoriscita di sensazioni che si addensano sulla materia pittorica stesa in tele modulari, che diventa epidermide, superficie in grado di sprigionare forza e calore. L’artista usa pigmenti diversi, li fa scivolare via e il colore, ubbidiente ad una legge segreta, si rapprende divenendo veicolo di significati, a stento trattenuti da mani o parti di esse disegnate e inspessite dal nero catrame che le definisce ai bordi del quadro. Effervescit  sta nella temperatura visiva che l’artista è riuscita a raggiungere, nella insospettabile termìa che si nasconde dietro l’apparenza delle cose che ci circondano e che l’artista  tenta di svelare. Dal colore di rappresentazione così raggiunto, si è indotti a risalire ad una realtà originaria, tentando una decifrazione diversa per raggiungere o immaginare una dimensione pienamente concreta delle cose o del sentire.
Analogamente,  nei grandi formati circolari,  la Campagna tenta un processo di assimilazione visiva puntando sulle forme e sul colore adoperato e percepito, dove il cerchio indotto, come grumo primordiale, o una cosmogonia immaginaria, si relaziona con la circonferenza esterna e mette in moto altre connessioni.
Questa nuova serie della mostra riminese si lega alla ricerca recente, quella che aveva connotato l’ultima esperienza espositiva della Campagna intitolata Adfinitas, realizzata nel 2006.
Maria Pia Campagna non abbandona mai la procedura artistica che le è propria e che si nutre di azione, coesione pittorica e memoria. Un sistema fluido di connessioni puntualmente divise tra astrazione e figura, introspezione e realtà esteriore, passato e contemporaneità. Crea cioè un innesco passato-presente, una sorta di corto-circuito della memoria che si concretizza nei suoi grandi lavori modulari (Punch, Indelebilè, 2006) nei quali,  in forma di autocitazione,  recupera frammenti di opere legate alla sua stagione artistica concettuale degli anni ’70.
Indelébilé, grande opera modulare che si avvale di materiali e pigmenti diversi (acrilici e bitume) è strettamente connessa a questo processo di indagine, anzi è il punto d'arrivo di una investigazione che prende le mosse ancora una volta da quel serbatoio di esperienze e curiosità maturate negli anni '70. Contenuti più sottilmente esistenziali, come la dissolvenza e la morte, come lo spegnimento e l'accensione della vita o del pensiero, si insinuano; non è un caso che la sua azione denominata Neon Murato (1971) sia qui direttamente citata attraverso frammenti fotografici posizionati tra le pitture di oggi, emblematica sintesi di queste riflessioni.
Con Medea, serie che l’artista ha curato recentemente, e che in anteprima viene presentata in questa mostra, definisce con un segno sintetico-arabescato la celebre vicenda-tragedia mitica, nel gesto riassuntivo di un’icona: femmina-madre e annientatrice. La scansione di quello spartito che è la vita e la morte, riemerge; la rappresentazione si divide, capovolgendosi  equamente.

Comunicato stampa del 14 marzo 2007

Maria Pia Campagna è nata a Mercatino Conca in provincia di Pesaro-Urbino e vive e lavora a Mulazzano di Coriano nei dintorni di Rimini. Nel 1972 si è diplomata in pittura all'Accademia di Belle Arti di Urbino dedicandosi giovanissima all'insegnamento nei licei e istituti d'arte. All'attivo numerose mostre a partire dal 1976; tra quelle personali si citano le più recenti Batticuore (S. Marino, ex chiesetta di S. Anna, 1998), Es  (Rimini, Galleria dell'Immagine, 2003), Punch (Milano, Studio D'Ars, 2006),  Adfinitas, (Cattolica, Galleria Comunale S.Croce, 2006), è presente in numerose rassegne collettive. Tra la sua bibliografia recente si cita il volume Le Marche e il XX secolo, atlante degli artisti, a cura di A.Ginesi, 2006.

 

Approfondimenti:campagna., pittura, arte contemporanea.

Stile:Arte Contemporanea.

Per saperne di più sulla città di: Coriano

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK