Arte villanoviana


La Lavorazione dei metalli e l'oreficeria La lavorazione dell'ambra


Opere di questo stile

torna indietro: Stili

Arte villanoviana

Storia dell'arte  >  Stili

La necropoli scoperta a Villanova, presso Bologna, ha dato il nome alla più importante e vasta cultura della prima età del Ferro (dalla fine del X all'VIII sec a. C.), la civiltà villanoviana, presente nell'Italia centro settentrionale e tra il Tirreno e l'Adriatico. Tracce consistenti degli antichi insediamenti sono stati rinvenuti in parte dell'Emilia Romagna (Verucchio, presso Rimini), Toscana, Lazio (Bolsena) e in alcune aree della Campania (Salerno).
La sovrapposizione della civiltà etrusca negli stessi luoghi occupati dai villanoviani presenta ancora qualche dubbio che si tratti di due diverse civiltà o della stessa che attraversa momenti diversi di evoluzione culturale. A partire dall'VIII sec. la produzione villanoviana si intreccia con quella etrusca e continua a evolversi in successive fasi stilistiche, influenzate da altre culture, come quelle orientali e quella della Grecia.

La civiltà villanoviana deve la sua importanza sia all'artigianato molto sviluppato nella lavorazione dei metalli e delle ceramiche, sia al fiorente commercio dell'ambra collegato alla produzione di monili e gioielli di straordinaria raffinatezza.

In una prima fase della civiltà villanoviana, il rito funebre più comune è ancora quello dell'incinerazione e le tombe sono a pozzetto. In queste piccole tombe si inserisce il tipico cinerario biconico, di forma più o meno allungata, decorato con motivi geometrici e con ciotola di terracotta oper copertura, qualche volta sostituita da un elmo (tombe dei guerrieri) o da una lamina in bronzo.
Più avanti il rito dell'incinerazione è riservato solo ai maschi adulti, per gli altri si ricorre all'inumazione nelle tombe a fossa.  I corredi funebri si arricchiscono (fibule, anelli, fermacapelli, collane, vasi di grandi dimensioni e in miniatura, armi e scudi) e mostrano chiaramente le differenze sociali fra i morti collegate al censo.
Accanto alle necropoli sono state scoperti i resti di numerosi villaggi di capanne dai quali sono riemersi numerosi oggetti d'uso quotidiano (asce, falci, coltelli, ecc.) segno di una fiorente industria. Il fenomeno dell'urbanizzazione villanoviana sarà la base su cui intorno al V sec. a. C. si sovrapporrà la civiltà etrusca.

A. Cocchi


Bibliografia e sitografia

ARTE Enciclopedia Universale, Leonardo Arte editore, Milano 1997.
Archeo n. 124, giugno 1995
AA.VV. Romagna protostorica. Atti del convegno San Giovanni in Galilea 20 ottobre 1985
D. Guasco Popoli italici. L'Italia prima di Roma. Giunti, Firenze, 2006

 

 

Approfondimenti:civiltà, città, archeologia, tomba, ceramica, oreficeria, monile.

Stile:Arte villanoviana.

 



Per informazioni su questi dipinti clicca qui.

 


Coppua di fibule. VIII-VII sec. a. C. Ambra e avorio. Museo Archeologico Verucchio



 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK